Heading Tag – cosa significa H1, H2, H3?

Oggi parliamo di SEO e in particolare di heading tag: i famosi H1, H2, H3, H4, H5 e H6.
Se dovessimo descrivere il web come un cielo stellato, i testi degli articoli in un sito sarebbero le stelle che illuminano e guidano la nostra conoscenza su Internet. Ma per brillare ancora più forte, hanno bisogno di essere organizzate in costellazioni, ovvero in una struttura chiara e ben definita che le renda facilmente riconoscibili dai motori di ricerca e dagli utenti.

È qui che entrano in gioco gli heading tag, i fari che guidano la navigazione all’interno di un sito web.

In questo articolo, esploreremo il mondo degli heading tag, scoprendo cosa sono, come funzionano e perché sono essenziali per la creazione di contenuti web ottimizzati per i motori di ricerca (SEO).

Che cosa sono gli heading tag?

Gli heading tag, o tag di intestazione, sono elementi HTML che definiscono la gerarchia e la struttura dei contenuti testuali all’interno di una pagina web. Funzionano come titoli e sottotitoli, permettendo di organizzare il testo in sezioni e sottosezioni, rendendolo più fruibile e comprensibile sia per gli utenti che per i motori di ricerca.

Quanti livelli di heading tag esistono in HTML?

Esistono diversi livelli, indicati da H1 a H6, con H1 che rappresenta il titolo principale della pagina e H6 il sottotitolo di livello più basso. Ogni livello ha un suo peso gerarchico, indicando al motore di ricerca l’importanza relativa di quella sezione del testo.

Cosa si intende per H1?

L’heading tag H1 è il titolo principale di una pagina web. È il più importante e dovrebbe essere utilizzato solo una volta per pagina. L’H1 dovrebbe essere conciso e descrittivo, riassumendo in modo accurato il contenuto della pagina.

Cosa sono h2 e H3?

Gli H2 e H3 sono sottotitoli che servono per strutturare il testo in sezioni e sottosezioni. L’H2 è un sottotitolo di primo livello, mentre l’H3 è un sottotitolo di secondo livello. Gli H2 e gli H3 dovrebbero essere utilizzati in modo gerarchico, ovvero non si dovrebbe saltare un livello di heading tag

cosa sono gli heading tag h1, h2, h3, h4, h5, h6

Cos’è il tag <Title>

Il tag <Title> è un elemento HTML fondamentale per la SEO di una pagina web, distinto però dagli H1, H2, H3.

Mentre gli heading tag definiscono la struttura del testo all’interno di una pagina, il tag <Title> specifica il titolo principale della pagina, che viene visualizzato in diverse aree:

  • Ricerca Google: Come titolo blu cliccabile nei risultati di ricerca (SERP).
  • Schede del browser: Nella parte superiore della finestra del browser.
  • Schede delle pagine: In alcune schede del browser e app.

Quali sono le funzioni principali del tag <Title>?

  • Informare gli utenti sul contenuto della pagina: Un titolo chiaro e conciso invoglia gli utenti a cliccare sul risultato di ricerca e visitare la pagina.
  • Aiutare i motori di ricerca a comprendere la pagina: Il tag <Title> fornisce ai motori di ricerca informazioni importanti sul contenuto e sull’argomento della pagina, aiutandoli a indicizzarla correttamente.
  • Migliorare la user experience (UX): Un titolo ben scritto rende la navigazione del sito web più intuitiva e piacevole per gli utenti.

Come scrivere un tag <Title> efficace:

  • Massima lunghezza di 60 caratteri: Google taglia i titoli più lunghi, quindi è importante concentrarsi sulle informazioni essenziali.
  • Parole chiave pertinenti: Includere parole chiave che gli utenti potrebbero utilizzare per cercare contenuti simili.
  • Sintesi chiara e concisa: Descrivere accuratamente il contenuto della pagina in modo informativo e accattivante.
  • Unicità per ogni pagina: Ogni pagina del sito web dovrebbe avere un tag <Title> unico e distintivo.
  • Evitare il keyword stuffing: Non inserire parole chiave in modo eccessivo o inappropriato.

Differenza tra tag <Title> e H1:

  • Scopo: Il tag <Title> serve a informare gli utenti e i motori di ricerca sul tema generale della pagina, mentre gli H1, H2, H3 strutturano il contenuto all’interno della pagina.
  • Posizione: Il tag <Title> si trova nella sezione <head> del codice HTML, mentre gli H1, H2, H3 si trovano all’interno del corpo della pagina (<body>).
  • Lunghezza: Il tag <Title> dovrebbe essere più conciso (circa 60 caratteri), mentre gli H1 possono essere leggermente più lunghi (circa 70 caratteri).

In sintesi, il tag <Title> e gli H1, H2, H3 lavorano insieme per fornire una descrizione chiara e accurata del contenuto di una pagina web, migliorando sia la SEO che la user experience.

Un esempio di utilizzo degli heading tag

Immaginiamo un articolo blog che parla di come preparare la torta della nonna. Ecco come potrebbero essere utilizzati i tag di intestazione:

H1: Torta della nonna: la ricetta della tradizione

H2: Ingredienti

H3: Per la pasta frolla:

Farina 00

Burro

Zucchero

Uova

Sale

H3: Per la crema pasticcera:

Latte

Uova

Zucchero

Farina

Vaniglia

H2: Preparazione

H3: La pasta frolla

H3: La crema pasticcera

H3: Composizione della torta

H2: Cottura e decorazione

In questo esempio, i tag creano una struttura chiara e gerarchica, permettendo al lettore di individuare facilmente le sezioni principali dell’articolo e di saltare rapidamente alle informazioni che gli interessano.

heading tag in html per ottimizzazione seo

Perché i tag di intestazione sono importanti?

Gli heading tag sono importanti per diversi motivi:

  • Migliorano la fruibilità dei contenuti: Dividendo il testo in sezioni e sottosezioni con titoli chiari, i tag rendono i contenuti più scannabili e facili da leggere, sia su desktop che su dispositivi mobili.
  • Aiutano la navigazione: Permettono di creare sommari automatici e menu di navigazione all’interno delle pagine, facilitando la navigazione degli utenti e la ricerca delle informazioni desiderate.
  • Favoriscono la SEO: I motori di ricerca utilizzano i tag di intestazione per comprendere la struttura e il contenuto di una pagina web. Utilizzandoli correttamente, è possibile ottimizzare il sito web per i motori di ricerca e migliorare il posizionamento nei risultati di ricerca.

Perché usare gli heading tag per l’ottimizzazione SEO?

Usare gli heading tag è come consegnare una mappa del tesoro ai tuoi lettori e ai motori di ricerca. Indica loro la strada da seguire, permettendo di trovare facilmente le informazioni che cercano e di comprendere meglio il contenuto della tua pagina web.

Oltre a migliorare la fruibilità dei testi, questi tag svolgono un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione SEO (Search Engine Optimization) di un sito web. Infatti, i motori di ricerca come Google li utilizzano per comprendere il significato e la struttura di una pagina, e per determinare la sua rilevanza per specifiche parole chiave.

Come usarli correttamente?

1. Scegliere le parole chiave giuste:

  • Includere parole chiave rilevanti per il contenuto della pagina negli heading tag, in particolare nell’H1.
  • Utilizzare parole chiave naturali e leggibili, evitando il keyword stuffing.
  • Variare le parole chiave utilizzate nei diversi H2, H3, H4….

2. Strutturare correttamente i livelli di heading tag:

  • Usare un solo H1 per pagina, come titolo principale.
  • Seguire una struttura gerarchica per gli H2, H3, H4…, non saltando mai un livello.
  • Assicurarsi che rispecchino la struttura logica del contenuto.

3. Scrivere heading tag concisi e descrittivi:

  • Mantenerli brevi e comprensibili.
  • Utilizzare un linguaggio chiaro e conciso.
  • Evitare frasi complete e punteggiatura.

4. Ottimizzarne la lunghezza:

  • H1: lunghezza consigliata di circa 70 caratteri.
  • H2: lunghezza consigliata di circa 60 caratteri.
  • H3 e successivi: lunghezza flessibile, ma comunque concisa.

5. Usare correttamente i tag meta description e title:

  • Includere le parole chiave principali nei tag meta description e title della pagina, in modo coerente con gli heading tag.
  • Mantenere i tag meta description e title concisi e informativi.

6. Monitorare e migliorare le performance:

  • Utilizzare strumenti di analisi SEO per monitorare il posizionamento delle pagine web nei risultati di ricerca.
  • Analizzare i dati relativi agli heading tag per identificare eventuali aree di miglioramento.
  • Ottimizzare gli heading tag in base ai dati raccolti.

Conclusione

Gli heading tag sono strumenti essenziali per creare contenuti web fruibili, chiari e ottimizzati per i motori di ricerca. Utilizzandoli correttamente, è possibile migliorare l’esperienza utente, aumentare il tempo di permanenza sul sito e ottenere un posizionamento migliore nei risultati di ricerca.

Gli heading tag del tuo sito sono ottimizzati?

Gli heading tag sono un potente strumento per migliorare il tuo sito web e i tuoi contenuti, ma vanno usati correttamente.

Ci sono alcuni aspetti che dovresti tenere d’occhio:

  • I tuoi titoli principali (H1) sono chiari, concisi e descrivono accuratamente il contenuto di ogni pagina?
  • Usi una struttura gerarchica per i tuoi heading tag (H2, H3, H4…)?
  • Le tue parole chiave sono incluse negli heading tag, ma in modo naturale e non forzato?
  • Eviti di utilizzare keyword stuffing o heading tag vaghi e non descrittivi?
  • I tuoi heading tag sono formattati correttamente e si distinguono dal resto del testo?

Se hai risposto “sì” a tutte queste domande, allora è probabile che gli heading tag del tuo sito siano ottimizzati. Tuttavia, è sempre una buona idea monitorare le tue performance SEO e analizzare i dati relativi agli heading tag per identificare eventuali aree di miglioramento.

Se non sei sicur* di come ottimizzare gli heading tag del tuo sito, o se hai bisogno di ulteriore aiuto, non esitare a consultare la sezione SEO di questo blog o a chiedermi una consulenza SEO per la scrittura o revisione di testi.

Insieme, possiamo creare contenuti web che brillano come stelle nel firmamento del web!


Cosa è Costellazioni Digitali?

Leggi altri articoli

Seguimi su Instagram

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *